Messina (Intesa): “Sulla sostenibilità pronti ad accelerare”

Intesa Sanpaolo ha presentato a Milano l’incontro di rendicontazione dei risultati e di presentazione dei progetti del gruppo bancario in tema di sostenibilità.

La rivoluzione in atto a livello globale, che ha portato in primo piano i temi sociali, ambientali e di buona governance aziendale, richiede cambiamenti profondi e investimenti ingenti.

“Bisogna superare il modello di sviluppo basato sulla massimizzazione dell’output”

ha sottolineato l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Carlo Messina introducendo, presso il Centro Congressi Cariplo di Milano la Giornata per lo sviluppo sostenibile.

“Bisogna spostarsi verso un modello di sviluppo inclusivo. Per questo serviranno nuovi impianti, nuove modalità logistiche, si muoveranno ingenti quantità di capitali, molti di più di quelli che sono stati messi a disposizione delle economie negli ultimi anni dalle banche centrali. Intesa Sanpaolo è determinata a favorire lo sviluppo sostenibile e inclusivo, temi che sono parte del nostro piano di sviluppo. Noi siamo pronti a fare la nostra parte”

ha rivendicato l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo che ha proseguito:

“In Italia, nei prossimi anni verranno investiti 150 miliardi di euro su questi temi e noi siamo pronti a mettere sul piatto finanziamenti per 50 miliardi di euro”.

Il sostegno degli azionisti

“Possiamo farlo – ha sottolineato l’a.d. di Intesa Sanpaolo, perché siamo capaci di produrre risultati stabili e sostenibili per i nostri azionisti. Lo facciamo sapendo che i nostri azionisti core, come le fondazioni, sono allineati e hanno il nostro stesso punto di vista su queste questioni e che hanno gli stessi nostri schemi valoriali”.

Tra gli investitori core di Intesa Sanpaolo Messina ha sottolineto il ruolo delle Fondazioni che,

“grazie ai dividendi che distribuiamo ogni anno, possono finanziare interventi sociali”

mentre tra gli azionisti stranieri

“che rappresentano ormai il 70% del nostro capitale”

una spinta forte verso i temi della sostenibilità arriva dal leader globale dell’asset management BlackRock, presente alla giornata con il suo presidente Rob Kapito.

“Sempre più clienti si focalizzano sulla sostenibilità dei portafogli. Il tema più significativo – ha dichiarato il presidente di BlackRock – è il cambiamento climatico. È uno dei temi su cui i clienti ci chiedono più informazioni”.

Le due nuove iniziative sociali di Intesa Sanpaolo

“L’Italia è un Paese molto forte – ha rimarcato Messina – con un settore imprenditoriale che non ha eguali in Europa per capacità di export e con un settore famiglie che conta su 10 trilioni di euro di risparmi. Ci sono alcuni elementi di attenzione, come il debito pubblico, ma il Paese è strutturalmente molto forte e può continuare a rimanere sostenibile e stabile, a prescindere da chi lo governa. Ritengo che nel corso del prossimo anno Intesa Sanpaolo potrà fare altri passi avanti sui temi e sui progetti sociali e ambientali che le stanno a cuore”.

Nel corso della giornata sono state presentate anche due nuove iniziative, per l’accesso al credito rivolto alle madri lavoratrici e alle perone che hanno difficoltà a raggiungere la pensione. “L’impatto è donna; diamo fiducia e opportunità alle donne, vicine e lontane” e “Diritto alla pensione” sono i nomi dei due progetti. Si tratta di prestiti ad alto impatto sociale finalizzati a consentire l’accesso al credito di soggetti sprovvisti dei requisiti previsti secondo i criteri convenzionali. Le due iniziative rientrano nell’attività del Fondo d’impatto da 250 milioni di euro (con una leva che permette di concedere prestiti totali per 1,25 miliardi di euro) che raccoglie l’eredità dell’esperienza di Banca Prossima, incorporata nel gruppo bancario.

Fonte Wall Street Italia